VIE DELL’OLIOleviedelloliodabruzzoemozione.html
VIE DEL VINOleviedelvinodabruzzoemozione.html
DOLCI, PRODOTTI DI PANETTERIA, PASTA, CONFETTI idolcidabruzzoemozione.html
PESCI, MOLLUSCHI E CROSTACEIpescimolluschiecrostaceidabruzzoemozione.html
PRODOTTI DELLA GASTRONOMIAgastronomiadabruzzoemozione.html
IL MIELEmieledabruzzoemozione.html
PRODOTTI VEGETALI ALLO STATO NATURALE O TRASFORMATIprodottivegetalinaturalidabruzzoemozione.html
FORMAGGIformaggidabruzzoemozione.html
BEVANDE ANALCOLICHE, DISTILLATI E LIQUORIbevandedabruzzoemozione.html
CARNI E LORO PREPARAZIONEcarnedabruzzoemozione.html
CONDIMENTI E CONSERVEcondimentidabruzzoemozione.html
ABRUZZESI nel MONDOabruzzesinelmondodabruzzoemozione.html
i Comuni
D’ABRUZZOcomuniabruzzesidabruzzoemozione.html

Il rito della credenza che s’apre. L’ospitalità racchiusa in semplici gesti familiari, accompagna il ritrovarsi. La bottiglia sinuosa e intagliata, il bicchiere, piccino e cesellato. Ed è gioia per la lingua ed il cuore. Che si sciolgono entrambi. Il ricordare. Il raccontarsi. Nel lento sorseggiare un rosolio.

A mano, pian piano. Si raccolgono negli orti ordinati. Dopo cure e difese. Ed acqua che disseti. E sole, che riscaldi e maturi. Pomidoro o peperoni, melanzane ed erbe aromatiche che ricordino nei sughi le belle giornate. Non è un segreto: è solo amore e pazienza.

Brulicano ancora di tintinnii le montagne d’Abruzzo. Acrobati, s’inerpicano su strapiombi e burroni, le capre. Senza paura. Per un filo d’erba più verde, un fresco germoglio. Brucano lente. Saltellano. E belano scalciando l’aria gli agnelli. Intestarditi nel menare musate alle mammelle rigonfie di latte. Il buon latte, dei nostri formaggi.

Nelle cupole di terracotta, costruite mattone su mattone, la legna arde e avvampa. Attende  quieta, l’infornata di pani e dolci. Nel suo bruciare di braci, l’orgoglio di cuocere il cibo degli uomini. L’essenziale. Ma non disdegna la festa. Partecipa anch’essa. Profumando i suoi fumi di cannella e limoni.

Lo stesso amore. La stessa dedizione, passione, rispetto, dei nostri contadini, per la loro terra. Mutevole. Oscura e fredda. Assolata e generosa. L’acqua del mare sa dare buoni frutti.

Nel pericolo e nel sacrificio di notti insonni. Per l’attesa di un’alba di speranza. Ricca di squame argentee. 

La farina sul tavolo, una ghirlanda bianca dove affondar uova e mani. Gesti semplici. Per gli impasti. Mestoli a rimestar intingoli profumati. Pentole di coccio per accompagnare, lenta la cottura, di ricette che nascondono magnificamente la loro età centenaria. Un patrimonio antico di profumi e sapori. Prelibatezze abruzzesi. Sapori senza tempo.

L’ambra e l’oro. Monili e gioielli, vien da pensare. Ed in fondo è così. Il miele ha questi colori. Preziosi ed ineguagliabili per gusto, varietà e qualità, i mieli d’Abruzzo.  Regalano al palato sensazioni paradisiache. Gioielli appunto per deliziarsi e nutrirsi della dolcezza dei fiori,del calore del sole. E del volo leggero delle api.

Peperoncini, certo! Rosso fuoco. Infuocati che vien voglia di rinunciare. “Che fan sudar la testa” Come chi di passione brucia. Ma le pesche sanno spegnere gli ardori. E suggere dolcemente un’albicocca donerà calma nelle sere d’estate. Più su, nella vecchia palude  bonificata, le patate gustose attendono la vanga. E chi vuol contar denari, rimesta pignatte di lenticchie.

Rapprende lento, soffice e premuto, tra le mani scivola, bagnando le dita, il siero 

nel tepido, morbido candore, si forma

memoria di ciò che suggemmo e che fummo

I pomidoro,  profumo di sole ed infuocate zolle preziosi, come nome recita,

attendono rubidi  l’addensarsi negli stari

per lo sponsale giurato col basilico!

Petali, aromi d’erbe, incedere di stagioni distillano ricordi gli alambicchi

riscalda d’abbracci le viscere.

Rimembra, accompagna. Discioglie.

E’ l’ora della farina di luna bianca

che lievita, di madre in madre

e nelle croci degli uomini si fa pane

sofferenza e redenzione, vita!

Come il contadino il suo aratro

tira le reti di fatica e sale

teme e rispetta la burrasca di spume

vento di terra furente, che alletta le spighe

Cantano imbiancate nel loro sobbollire

uova deposte all’alba nel fienile

attendono allegre di doversi unire

alle patate oscure nascoste sotto il coppo

Fiori nascosti tra i rovi, minuti e multicolori

danzano senza posa le api, amiche della fatica

amano la dolcezza della geometria

l’estrema difesa del veleno. Razionalità e poesia.

Ritorti, spadini affilati e puntuti

feriscono il labbro e la lingua

ma scaldano il cuore e non solo

Piccanti alleati! Passione di talami!

Sovvien dall’inverno, delle macine il sonno

oscura quiete negl’orci l’attende

di sfrigolar nei camini, il pane s’abbrusca

Ovunque, olivi! Abbarbicati sulle pendici dei monti. Mollemente adagiati sulle brune colline degradanti verso il mare. Chiome di verdi ed argento mutevoli al vento. Pennellate sapienti. Emozione e ricchezza. Equilibrio di gusto e raffinatezza, i nostri Oli. Purezza profumata da gustare sul pane. Con noi, per voi.

Turgidi e pruinosi, oscuri di sangue cheto

d’amore antico ribollono schiumosi

S’arrossano i pampini, scolorano di gialli

I frutti son già vino!

Profumi e colori delle nostre vigne! Armoniosi sentori di terra e mosto, lungo i percorsi segreti tra i filari! Conoscerli ed amarli. Preservarli. Condividerli con gli amici più cari. le migliori botti, le nascoste ed oscure cantine. Un bicchiere di ottimo vino è il premio. Inebriati della calma di degustare.

Madre e matrigna, la tramontana s’attende.

Disperse le nebbie dalle valli

coltelli, acuminati e pietosi, attenderanno l’alba

Chiavistelli di madia; un dono serbato s’asconde.

Custodiscono ancora nel seno, la chiave antica delle madie, le nostre nonne. Sanno serbare per l’inverno la fatica del governar le bestie, immolate, per quando la neve e il freddo terrà lontani gli uomini dagl’orti. Saggezza antica. Misura e rispetto. Cibi buoni e genuini preparati con cura, serbati con amore. Vi invitiamo a partecipare all’attesa di poter gustare. Quando sarà il momento.

TEMATICHEtemiabruzzoemozione.html

© alessandro lanci

© enrico blasi per il museo della lana

LE VIE DELL’OLIOleviedelloliodabruzzoemozione.html
LE VIE DEL VINOleviedelvinodabruzzoemozione.html
BEVANDE E DISTILLATIbevandedabruzzoemozione.html
CARNI D’ABRUZZOcarnedabruzzoemozione.html
I CONDIMENTIcondimentidabruzzoemozione.html
I FORMAGGIformaggidabruzzoemozione.html
I DOLCIidolcidabruzzoemozione.html
PESCATOpescimolluschiecrostaceidabruzzoemozione.html
GASTRONOMIAgastronomiadabruzzoemozione.html
MIELEmieledabruzzoemozione.html
VEGETALIprodottivegetalinaturalidabruzzoemozione.html
IL PANEilpanediabruzzoemozione.html
LA PASTAlapastadiabruzzoemozione.html
HOMEPAGEhomepageabruzzoemozione.html

a giorni attivi  i BLOG

Perchè

abruzzoemozione

SERVIZIservizidabruzzoemozione.html
percheabruzzoemozione.html
LAVORA CON NOIcontattiabruzzoemozione.html
TURISMOturismodabruzzoemozione.html
GASTRONOMIA
ARTIGIANATOoridabruzzoemozione.html
NATURA e STORIAsentieridabruzzoemozione.html
EVENTIeventidabruzzoemozione.html

TURISMO D’ABRUZZO

GASTRONOMIA D’ABRUZZO

ARTIGIANATO D’ABRUZZO

ABRUZZESI nel MONDO

NATURA e STORIA D’ABRUZZO

EVENTI D’ABRUZZOhttp://www.abruzzoemozione.it/eventiabruzzoemozione/